ARCICONFRATERNITA DEL SANTISSIMO SACRAMENTO

con sede nella basilica di San Quirino di Correggio

 


Slide show

 AVVISI

Non vi è niente da comunicare


AGENDA


  La Venerabile Arciconfraternita del Santissimo Sacramento, sorta in Correggio sul finire del XV secolo, è stata canonicamente eretta da Sua Santità Papa Paolo III in data 30 novembre 1539, con bolla inviata dal cardinale decano Giovanni Domenico De Cupis il 20 maggio 1542. Con successiva bolla del signor cardinale Scipione Cafarelli Borghese, Prefetto della Camera Apostolica, è stata aggregata il 7 agosto 1612 all’Arciconfraternita del Santissimo Sacramento di Santa Maria sopra Minerva in Roma. Con lettera di aggregazione del 14 maggio 1860, il Sodalizio correggese è stato affiliato all’Arciconfraternita della Beata Vergine Maria Assunta in cielo, eretta nella chiesa di Santa Maria in Monterrone a Roma mentre, il 31 marzo 1864, è stato aggregato all’Arciconfraternita della Santissima Annunziata eretta nel Collegio Romano della Società di Gesù in Roma. Il 3 giugno 1875 furono adottati dalla Congregazione Generale dell’Arciconfraternita i nuovi Statuti approvati da Sua Eccellenza Mons. Guido Rocca, vescovo e principe di Reggio Emilia, il 1° agosto 1875, sottoposti alla presente revisione.
Quale Associazione pubblica di fedeli (can. 301 §3) con esclusivi scopi di culto, l’Arciconfraternita è subordinata alla competente autorità ecclesiastica (can. 305 §§ 1-2).
L’Arciconfraternita ha sede in Correggio (RE), Corso Mazzini n. 44.
L’Arciconfraternita del Santissimo Sacramento, fedele alle sue tradizioni, ha come scopo la devozione alla Santissima Eucarestia, mediante la santificazione dei suoi membri e la promozione del culto pubblico.
Tende all’incremento di una vita più perfetta, alla promozione della dottrina cristiana e alle opere di apostolato, quali sono iniziative di evangelizzazione, esercizio di opere di pietà o di carità, animazione dell’ordine temporale mediante lo spirito cristiano (Cfr. Christifideles Laici 27)1.
Persegue la giustizia e la verità. Dalle attività dell’Arciconfraternita sono escluse qualsiasi finalità di lucro o commerciali. L’Arciconfraternita è apolitica.
Secondo lo spirito evangelico e in ossequio al suo mandato il Sodalizio collabora fattivamente con le parrocchie e le associazioni di fedeli pubbliche o private presenti nel Vicariato. Collabora con la Comunità Parrocchiale dei santi Quirino e Michele Arcangelo (Cfr. Christifideles Laici 26)2 e, in modo particolare, con il Parroco, quale pastore proprio della Parrocchia, che esercita la cura pastorale sotto l’autorità del Vescovo diocesano (can. 519). Collabora inoltre con la Collegiata di San Quirino alla quale è legata per secolare tradizione.
Promuove la conservazione, la valorizzazione ed il recupero del proprio patrimonio storico- artistico, architettonico e archivistico, segno della Fede professata nei secoli dai sodali.

 ARTICOLI

Non vi è alcuna notizia recente

ARCHIVIO